Kuzu

Conoscere il Kuzu

Conoscete il Kuzu? È molto usato nella cucina macrobiotica e in quella cinese come rimedio naturale.
Ho pensato di parlarvi del kuzu perché in questo periodo freddo sto cucinando le mele, le classiche mele cotte visto che la frutta, nei giorni di grande freddo ed in generale in inverno, non è molto adatta poiché raffredda il corpo. Allora ho pensato di utilizzare questo rimedio stupendo che mi ha aiutata a ristabilirmi dai postumi del Covid in maniera egregia. Cuocio le mele con un po’ di uvette ed un cucchiaio raso di Kuzu su 3-4 mele (tanto per darvi una proporzione).
Questo alimento addensa, quindi verrà una bella crema con la vostra frutta calda che potrete mangiare fuori dai pasti o utilizzare come cena leggera. Si può utilizzare come addensante anche nelle verdure in padella o altri preparati.
È totalmente senza gusto quindi prende quello degli alimenti con i quali viene associato.
Bene, allora vi racconto anche come l’ho utilizzato per depurare l’intestino e favorire le difese immunitarie durante e dopo la malattia: ho fatto bollire il kuzu con la purea di Umeboshi (una prugna fermentata che si trova nei negozi di alimentazione naturale) e poi l’ho bevuto bollente a digiuno la mattina. No, non storcete il naso pensando che sia meglio tenersi il Covid (ah ah ah) vi assicuro che vi rimette in piena forma perché quando sta bene l’apparato digerente siamo pieni di energie!!!!!!
Il kuzu è un gastroprotettore naturale, infatti alla sua radice è stata riconosciuta una forte proprietà lenitiva e alcalinizzante, utile per alleviare e risolvere diverse problematiche di natura gastro-intestinale come acidità di stomaco, reflusso, colon e intestino irritabile, ulcere.

You may also like